cassmapp

C.A.SS.M.A.P.P.

– CAVALLERIA ANGELICA SANTISSIMI MICHELE ARCANGELO E PADRE PIO –
POVERI CAVALIERI DI CRISTO

La Cavalleria Angelica SS.mi Michele Arcangelo e Padre Pio, si identifica nella devozione e nella fede cristiana. Essa costituisce un’associazione privata di fedeli e, mediante l’azione dei suoi aderenti, chierici e laici, tende ad una vita cristiana, alla promozione del culto pubblico e della dottrina cristiana, alle opere di apostolato, di evangelizzazione, all’esercizio di opere di pietà e carità (Can 298 paragrafo O CJC), secondo i principi propri della Chiesa Cattolica. Nasce da fedeli cattolici ma è aperta a persone di ogni razza, nazione e religione che intendono abbracciare la fede cattolica, senza alcuna discriminazione di sorta. La responsabilità spirituale è affidata ai clerici. E’ soggetta alla vigilanza dell’autorità civile per ciò che compete il diritto ed all’autorità ecclesiastica competente, alla quale spetta aver cura che sia conservata l’integrità della fede e del costume e non vi si insinuino abusi nella disciplina ecclesiastica (Can 305 paragrafo o CJC). Lo scopo della Cavalleria Angelica SS.mi Michele Arcangelo e Padre Pio, è di valorizzare, continuare e tramandare, con estrema prudenza e vigilanza, al presente come in avvenire, nonché i gloriosi ricordi dei Cavalieri Templari associati nella Regola di San Bernardo per combattere gli infedeli e difendere il Santo Sepolcro. Ciò nel rispetto della Tradizione intesa in senso assoluto. La Cavalleria Angelica SS.mi Michele Arcangelo e Padre Pio, si pone altresì di favorire gli studi tradizionali e quelli storici, araldici, cavallereschi e promuove nei limiti delle sue possibilità opere di beneficenza; condivisione dei valori cristiani in generale, cattolici in particolare e cavallereschi di ispirazione ai “Poveri Cavalieri di Cristo” ; condivisione della fraternità cavalleresca intesa come moto dell’anima, collante che unisce tutti gli aderenti in virtù dei comuni ideali. Così i confratelli, non come obbligo, ma come sentimenti, volontario e grande Umiltà, si prestano reciprocamente aiuto, sostegno, assistenza e, se nel caso, conforto…, in un autentico spirito di devozione fraterna. Si auto-impongono: Rettitudine, Probità, Serietà, Onestà intellettuale, materiale ed Umiltà così da essere uomini di sani principi, irreprensibili ed ineccepibili nel loro operato e nel loro agire nell’assoluta e massima Umiltà. Si impegnano a propugnare la difesa ed il sostegno “ dei deboli, delle vedove e degli orfani” nello spirito evangelico, assistendo tutte le persone in stato di bisogno senza alcun pregiudizio o distinzione, operando per loro con tutti i mezzi a disposizione che la provvidenza divina intende elargire ( carità, beneficenza e misericordia), sempre in Umiltà assoluta. Si impegnano a lottare contro tutte le ingiustizie e prevaricazioni affinchè il bene prevalga sul male e tutti gli uomini, donne, bambini ed anziani, possano vivere con dignità. Si impegnano a difendere il patrimonio culturale dell’umanità ed a salvaguardarlo con ogni mezzo; i mestieri e professioni in via di estinzione, tramandandole ai giovani. Si impegnano ad appoggiare studi storici, culturali, spirituali, filosofici e scientifici per il bene dell’umanità. Per raggiungere questi fini si imporranno, soprattutto a se stessi, un codice di comportamento, disciplina ed obbedienza che sarà regolato in seguito, nel regolamento Interno, al fine di far regnare la fratellanza e la pace, l’aiuto e la collaborazione, il vero spirito cavalleresco di solidarietà.

Articolo del G.M.G. +++Flaviano Grillo